Ius soli, Letta: “In Italia inverno demografico, senza giovani non si riparte”

Roma Adnkronos –

Senza giovani in Italia non ci sarà nessuna ripartenza dopo la crisi dovuta al coronavirus. Per questo, visto l’inverno demografico che il Paese sta attraversando, il segretario del Pd Enrico Letta torna a insistere sull’urgenza dell’approvazione di una legge sullo Ius soli, ovvero il riconoscimento della cittadinanza italiana ai figli di stranieri nati qui.

“Il nostro Paese è in disastro demografico, l’Italia è in un inverno demografico e – avverte Letta parlando alla Stampa estera – non ci sarà nessuna ripartenza se non affrontiamo questa questione, se non diamo più peso ai giovani. Anche per questo il voto ai 16enni”.

“Ma c’è una cosa che si può fare subito, io ho voluto dare un pressing, chiudiamo la riforma e portiamo subito il voto per il Senato a 18 anni. È importante che alle elezioni il peso dei giovani sia forte o peseranno solo gli anziani. I giovani vanno aiutati”, sottolinea il segretario del Pd.

Tornando alla ius soli, Letta choarisce: “Per la propaganda della destra si racconta questa questione in modo sbagliato. Quelle persone sono nate qui, sono italiane a tutti gli effetti. È giusto che abbiano la cittadinanza italiana. Chiamiamolo ius soli o ius culturae, sono flessibile sugli strumenti ma voglio che si arrivi a risultato”