31/05/09 - TUCCI: "NIENTE POLITICA ALLA FESTA DELLA REPUBBLICA A BUENOS AIRES".

PATRONATI ITALIANI NEL MONDO - ARGENTINA - ONORIFICENZA PER TUCCI(PRES.ITAL-UIL/ARGENTINA) E ITALO ALOISIO(UIM/ARGENTINA).

Torna sull'argomento Festa della Repubblica Jose' Tucci esponente dell'Ital UIL Argentina in una nota in cui afferma:

"Il 31 maggio scorso si e celebrata presso il Teatro Coliseo di Buenos Aires la Giornata della Repubblica. Le ripercussioni di quest’illustre manifestazione hanno superato le aspettative degli organizzatori e praticamente quasi tutto il mondo associativo ed una gran quantita di pubblico erano presenti ai festeggiamenti. E di pubblica conoscenza che ne Feditalia ne Fediba hanno accompagnato questa manifestazione, considerando che “potrebbe” trasformarsi in un atto politico, sebbene la comunita italiana di Buenos Aires sappia che quel pretesto non e esatto. In effetti Feditalia e Fediba, durante la prima e anche nella seconda campagna politica per il voto degli italiani all’estero, sono stati funzionali ad un progetto politico facilmente dimostrabile."

La nota ricorda che nell'occasione lo stesso Tucci ed il Presidente della UIM in Argentina hanno ricevuto "la nomina a Cavaliere. "Entrambi i dirigenti si sono dimostrati soddisfatti ed entusiasti per tale riconoscimento ed hanno manifestato il loro profondo impegno nei confronti della comunita italo-argentina".

la nota ricorda che " Nell’ultimo decennio i servizi e le prestazioni offerte dal Patronato ITAL UIL hanno avuto una significativa crescita e praticamente le sedi e gli sportelli del Patronato si trovano in quasi tutto il paese. L’ITAL ha persino approfondito la sua presenza nei paesi limitrofi, cioe l’Uruguay, il Brasile, il Cile, la Bolivia ed il Paraguay. Inoltre conta su personale idoneo ed esperto nelle materie dei diritti sociali, cittadinanza ed assistenza.

“Sono molto soddisfatto di quest’onorificenza e questo riconoscimento mi incentiva a continuare a lavorare per la nostra collettivita. Ancora ci sono questioni da risolvere e la nostra collettivita ha bisogno dell’impegno e del lavoro disinteressato di tutti”, ha dichiarato Jose Tucci per poi aggiungere: “Ho sentito dire che quello del Teatro Coliseo e stato un atto politico e persino e stata presentata un’interrogazione parlamentare dai deputati eletti all’estero del Partito Democratico: una pena che non siano stati consultati coloro che abbiamo lavorato duramente per il P.D., come Italo Aloisio e me. E’ molto facile mettersi a scrivere, ma e piu serio se si cerca un’informazione obiettiva. Questa e una falsita che ha dietro una chiara e manifesta intenzionalita. Sarebbe meglio legislare e non mettersi nelle interne diplomatiche”.

E importante anche rimarcare- conclude la nota - il lavoro che sta realizzando il Console Generale d’Italia, dott. Giancarlo Maria Curcio, che per quanto riguarda le attivita consolari si dimostra sempre piu attivo e molto legato alle organizzazioni sociali. Una conseguenza di quest’impeccabile lavoro e stata proprio la grande concorrenza di pubblico, che ha colmato il Teatro Coliseo il 31 maggio scorso.

.